X

Ospiti camera #2
Ospiti camera #3
Ospiti camera #4
Protected by Verisgn Informazioni protette con certificato SSL 128 bit

Il Territorio

Una destinazione unica nel centro del mediterraneo

L’Isola di Sardegna per estensione costituisce la seconda isola dell’Italia e dell’intero Mediterraneo (23.821 km²), ma anche la terza regione italiana in termini di superficie complessiva. La lunghezza tra i suoi punti più estremi è di 270 km, mentre 145 sono i km di larghezza.

Gli abitanti sono 1,68 milioni,per una densità demografica di 69 abitanti per km². Il clima mediterraneo è tipico nella gran parte della Sardegna.

Lungo le zone costiere, dove  risiede  la  gran parte della popolazione, e grazie alla presenza del mare,  si hanno inverni miti con temperature quasi mai sotto lo zero mentre le estati sono calde e secche, caratterizzate da una notevole ventilazione. Il basso tasso di umidità permette di sopportare le elevate temperature estive che raggiungono normalmente i 35°C. Nelle zone interne il clima è più rigido. Sui massicci montuosi nei mesi invernali nevica frequentemente e le temperature scendono sotto lo zero.  D’estate si mantiene fresco, soprattutto durante le ore notturne e raramente fa caldo per molti giorni consecutivi.

Le precipitazioni risultano  essere particolarmente scarse lungo le coste e nella zona meridionale. L’isola ha tutti i requisiti per essere definita un paradiso: resti millenari di misteriose civiltà, musei, folklore e uomini centenari, una costa spettacolare racchiusa da verdi montagne, magnifiche spiagge dalle acque cristalline, uccelli e animali, erbe aromatiche, corposi vini rossi e rinfrescanti vini bianchi, carni eccellenti e saporitissimi pesci, aragosta e bottarga.

Eventi Hotel Pedraladda

Considerato uno dei borghi più belli d’Italia è una roccaforte medioevale, caratterizzata da natura, storia, tradizioni artigiane e religiose, sorge su un promontorio dell’Anglona, al centro del golfo dell’Asinara, nel nord-ovest della Sardegna.

Castelsardo, un’antica roccaforte medievale, caratterizzata dalla presenza del castello dei Doria, che sorge di fronte al mare e affonda le radici nella sua storia millenaria di rocca difensiva.

Castelsardo è il centro più importante di una regione storica nel nord Sardegna, chiamata  Anglona, che si affaccia sul Golfo dell’Asinara.

L’Anglona è una delle re­gioni di più antica antropizzazione dell’isola, ed anzi forse quella dove l’uomo si è insediato per la prima volta, proprio qui, sul greto del Rio Altana, in territorio di Perfugas, furono ritrovati pochi an­ni or sono utensili preistorici che hanno costretto gli studiosi a retrodatare di non meno di 150.000 anni (dal Neolitico al Paleolitico inferiore) la pre­senza dell’uomo in Sardegna. Per questa e per altre ragioni l’Anglona offre una delle più alte concentrazioni di edifici nuragici di tutta l’isola.

Assapora la deliziosa aragosta alla castellanese e immergiti nella splendida punta la Capra, il cui gioco fra mare e scogli crea una vera e propria piscina a cielo aperto.

La regione dell’Anglona presenta numerosi siti di interesse cultural come il castello dei Doria a Castelsardo, all’interno del quale si trova il Museo dell’Intreccio, dedicato all’attività di produzione di cestini in vimini, la concattedrale gotica di Sant’Antonio abate a Castelsardo, il castello dei Malaspina ad Osilo e molti esempi della civiltà nuragica come il pozzo sacro di Predio Canopoli a Perfugas e più di 100 nuraghi sparsi nella regione.

All’interno della regione ricade anche il  Complesso Forestale dell’Anglona Meilogu gestito dall’Ente Foreste che è costituito da numerosi corpi afferenti a cinque unità gestionali ricadenti nei comuni Castelsardo, Sedini, Tergu, Nulvi, Giave, Cossoine, Mara, Banari, Osilo, Sennori. Ha una superficie complessiva di circa 2156 ha.

Sardegna